🏰 Castelli

Castello di Lettere, un castello medievale a pochi passi dalla città

Castello di lettere
4 minuti di lettura

Visitare il castello di Lettere è come fare un tuffo nel passato. La struttura del castello è perfettamente mantenuta e il tempo non ne ha intaccato la bellezza e il fascino.

Ci troviamo nel comune di Lettere, in provincia di Napoli. Attualmente il castello di Lettere è sotto la giurisdizione del Parco di Pompei a cura del Ministero dei beni culturali italiano. Sebbene il castello di Lettere si trovi ad un’altezza di appena 347 metri sul livello del mare gode di una vista mozzafiato. Davanti a noi si apre tutta la piana dell’Agro Nocerino Sarnese: di fronte si erge il Vesuvio, ai suoi piedi Pompei, Ercolano, Castellammare di Stabia, Sant’Antonio Abbate, Angri e Pagani. Che siate residenti in Campania o meno questo posto merita assolutamente di essere visitato almeno una volta.

Di seguito potete trovare il video della mia esperienza al castello di Lettere.

Iscriviti al Canale —–>

Info Utili

  • L’accesso al Castello prevede un costo di 4,00 € 💸
  • E’ possibile parcheggiare gratuitamente nella zona antistante al castello 🅿️

La Storia del castello di Lettere

Il Castello di Lettere è stato edificato dal Ducato Amalfitano nel corso del X secolo. Lo scopo del castello era quello di difendere i confini settentrionali del ducato, grazie alla sua posizione strategica. Il castello di Lettere era parte di una rete di fortificazioni che assicurava agli amalfitani il controllo dei due versanti dei monti Lattari. Si poteva così controllare sia il fiume Sarno che il golfo di Castellammare da un unico punto.

Castello di Lettere

Fin dalla sua fondazione il castello aveva la forma di un villaggio fortificato con case a più piani. La costruzione della rocca, quella che oggi chiamiamo castello, è probabilmente da collegarsi all’insediamento di un feudatario che la edificò come luogo di residenza all’interno delle mura e simbolo del suo potere.

L’edificio ha una forma trapezoidale e conserva quattro torri di cui la più alta con funzione di mastio. La cattedrale, costruita all’interno della cinta muraria, risale al 987 quando Lettere era sede del vescovato. Il campanile adiacente, finemente decorato con tarsie in tufo grigio e arenaria gialla che formano stelle, croci e losanghe, risale invece al XII secolo.

Con gli scavi più recenti del 2007 intorno al castello di Lettere è stato ritrovato e portato alla luce anche un villaggio contadino, di cui è possibile ammirare le basi delle case, alcune strutture come piccole cisterne di raccolta dell’acqua, recinti di orti e stalle per l’allevamento di animali.

Area museale del castello di Lettere

Oltre a potere ammirare il castello e la fantastica vista, all’interno del Castello di Lettere troverete anche delle sale adibite a museo. Una sala si trova nella torre del grano con i recenti reperti della vita quotidiana del castello e l’altra all’interno del mastio con la ricostruzione della vita del castello.

All’interno della Torre del Grano si trova il Museo del Parco Archeologico del Castello di Lettere, destinato ad ospitare i reperti rinvenuti nel corso delle campagne di scavo condotte a partire dal 2007 quali ceramiche, oggetti in bronzo e moltissime ossa animali, come si vede dalle foto presenti nella galleria alla fine dell’articolo.

Castello di Lettere

I reperti esposti illustrano non solo le modalità alimentari e la dieta del villaggio tra il X ed il XVI sec., ma evidenziano anche la rete di commerci mediterranei in cui Lettere era inserita grazie alle rotte gestite dagli amalfitani, con contenitori da trasporto e ceramiche invetriate dall’Africa Settentrionale, dalla Spagna e dalla Sicilia.

All’interno del Mastio invece troviamo due sale: una con un camino destinato alla cucina, con pentole e mestoli, una tavola apparecchiata con stoviglie in legno come si usavano all’epoca. L’altra dove c’era il forno destinato alla cottura del pane. In queste sale sono esposti anche elmi, armature, spade e altre armi dei cavalieri e gli stemmi delle principali famiglie che hanno abitato e governato il castello di Lettere. In queste sale inoltre è possibile leggere alcune storie relative alla vita del castello e dei protagonisti che ne hanno fatto parte, ma queste non ve le spoileriamo.

Come arrivare

📷

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace questo blog...continua a seguirmi